Questione di feeling: Fujifilm Xpro 1


Durante la mia esperienza di fotografia sono esistiti dei momenti in cui ho avuto la precisa percezione di essere artefice della creazione di qualcosa di bello. Un bello assolutamente soggettivo sia chiaro. E’ un momento per me riconoscibile in cui non solo “vedo“ lo scatto ma lo sento. Una sensazione chiara e definita che penso essere il massimo non solo per chi come me crea immagini per lavoro, ma sopratutto per chi ha fatto della fotografia un puro diletto: una passione.

Spesso questa sensazione di feeling totale è stato determinato dal luogo o dalla sintonia creatasi con il soggetto, dal riuscire a realizzare un’inquadratura esattamente come me la ero immaginata.
Oggi invece vi voglio raccontare della riscoperta di questa sensazione attraverso la Fuji Xpro1.
Un pò di storia. Nel 2011 vengo contattato da Leica che mi propone di utilizzare per un mio progetto la M9. Mi viene messo a disposizione il sogno di ogni foto reporter. Una borsa piena di goduria allo stato puro. Cosi’ attrezzato sono partito per il Sudafrica per realizzare alcuni scatti per la campagna pubblicitaria dell’ente del turismo Sudafricano. Riscopro letteralmente il senso di ogni scatto; ogni foto è pensata, costruita, ragionata. Ecco quell’esperienza ha profondamente segnato il mio percorso di fotografo.

Dopo circa tre anni vagando per il web mi imbatto in un fotografo del quale non avevo mai sentito parlare prima, Zack Arias fotografo di Atlanta: nel suo BLOG parlava della Fuji X100s.

Boom, dopo mezz’ora avevo ordinato la mia Xpro1 corredata dal 35mm f.1.4 e dal 14mm 2.8 …(al solito non mi sono accontentato!).

Ammetto di averci messo un pò prima di dare totale fiducia al nuovo acquisto, ci sono stati tanti lavori in cui la Fuji mi ha accompagnato come secondo o terzo corpo macchina … ma alla fine ho dovuto cedere.

Non vi parlo di qualità dell’immagine, che comunque è eccelsa, ne di ISO infiniti piuttosto che di velocità fulminea dello scatto. Vi parlo della sensazione di fare fotografia e non di schiacciare un bottone. Vi parlo del fatto di tenere tra le mani uno strumento discreto, poco appariscente, leggero , maneggevole: bello.
Vi parlo della voglia che mi fa venire di uscire di casa con qualsiasi clima per scattare, sperimentare, catturare attimi.
Ecco per me la XPro 1 è un concentrato di tutto questo e la cosa ancora più bella è che parliamo di un prodotto alla portata di un budget assolutamente ragionevole.
Non ho ancora avuto la possibilità di testare usare la X100s ma mi sono ripromesso di farlo al più presto .
Condivido con voi alcune foto, le più varie, fatte prima per piacere poi per lavoro, ma comunque scatti che mi hanno restituito una grande soddisfazione.